La Dinara

La Dinara

La montagna più alta in Croazia

La Dinara è una delle montagne più interessanti della Croazia. La sua parete rocciosa a sud-ovest, alta alcune centinaia di metri, suscita meraviglia e attira lo sguardo dell'osservatore che si trova a i suoi piedi, mentre alla sua bellezza contribuiscono pure i ricchi prati fioriti e i boschi. Nel periodo invernale e fino a tarda primavera, le vette della Dinara sono coperte di neve, mentre nelle giornate grigie non si vedono, in quanto sono nascoste dalle nuvole. La cima di questa montagna rocciosa ed erbosa è il punto più alto della Croazia, il luogo in cui la terra croata tocca il cielo.

 

Il nome Dinara comprende diversi significati. In senso stretto, si chiama Dinara la montagna a est di Knin e a nord del lago di Peruča. In senso lato, la Dinara è un massiccio lungo 84 chilometri che, oltre la Dinara nei pressi di Knin, comprende anche le montagne Troglav e Kamešnica. È noto che la montagna Dinara ha dato il nome all'intera area montuosa che va dalle Alpi slovene fino alle montagne Prokletije in Albania.

Dinara, Badanj
Alan Čaplar

La città reale di Knin è l'insediamento più grande ai piedi della Dinara ed è pure il principale punto di partenza per le gite alpinistiche. L'unica strada che sale in alto nel cuore della montagna parte da Guge, un quartiere alla periferia di Knin. La strada è serpeggiante e polverosa, nonché ripida in alcuni punti. La strada che prosegue da Suvo polje si può attraversare soltanto in fuoristrada o a piedi, durante una camminata alpina. Chi desidera salire sulla Dinara a piedi può proseguire fino al rifugio alpino Brezovac, dal quale servono due ore e mezzo per arrivare in cima. Si può partire anche dal villaggio Glavaš, nei pressi di Kijevo, ma per raggiungere la vetta servono cinque ore. Sopra il villaggio Glavaš si trova un'antica pittoresca fortezza, mentre a metà strada verso la vetta si trova il rifugio alpino Martinova košara, adattato da un'ex dimora estiva dei pastori.

 

La vetta della Dinara si compone di due cime di medesima altezza, distanti una cinquantina di metri l'una dall'altra. Una di loro è segnata da un bianco pilastro geodetico, mentre sull'altra è sistemata una croce metallica alta cinque metri. Già il fatto che una vetta sia la più alta – e quella della Dinara (1.831 metri) è la più alta in Croazia – garantisce una splendida vista in tutte le direzioni. Dalla Dinara si vedono particolarmente bene il lago di Peruča e i villaggi che lo circondano, come pure la strada statale Knin – Spalato. Ma ciò che attira maggiormente lo sguardo sono le montagne Svilaja, Promina e Troglav, i primi vicini della Dinara. 

Cetina
Alan Čaplar

Anche se la Dinara è una tipica montagna carsica nella quale l'acqua è carente, ai suoi piedi l'acqua è relativamente abbondante – nei pressi di Knin scorrono il Krčić e la Krka, nel villaggio Cetina nasce l'omonimo fiume che riempie il lago Peruča, la più grande riserva di acqua dolce in Croazia. Nei pressi del villaggio di Kovačić, oggi alla periferia di Knin, dalla parete rocciosa alta 22 metri scende la pittoresca cascata di Krčić, il Topoljski buk. Quando dopo lo scioglimento della neve il fiume Krčić si ingrossa, la cascata disperde ovunque le sue gocce in un getto potente creando un rumore assordante. Nel suo corso superiore, il Krčić forma un pittoresco canyon che termina nei pressi di Kovačić, mentre l'acqua del Krčić viene "inghiottita" dalla Krka.

 

Immediatamente sotto la Dinara, nel villaggio di Cetina sorge il fiume Cetina. Qui si trova pure la chiesa preromanica di San Salvatore, uno dei monumenti dell'architettura antica croata meglio conservati. La chiesa ha una navata e un presbiterio a tre absidi a forma di trifoglio e un imponente campanile all'ingresso. È stata costruita nel IX secolo. Nello spazio intorno alla chiesa si trova un cimitero con più di 1.100 tombe, sopra le quali erano sistemati in prevalenza i cosiddetti “stećci". Ce n'erano più di 800. Per il numero e la grandezza dei massi sotto i quali si trovano le ossa di antichi eroi, questa è considerata una delle più importanti località archeologiche di reperti antichi croati. 

Dinara
Alan Čaplar

Visitando e tutelando le sue bellezze, tramandando le esperienze e presentandola, questa montagna croata dovrebbe diventare un simbolo. La Dinara lo merita sia per la sua altezza, sia per la bellezza del paesaggio e l'ampiezza delle vedute.