La Medvednica

La Medvednica

L'oasi verde di Zagabria

IA prescindere da dove vi trovate a Zagabria, quale via percorrete, potete sempre scorgere il concittadino e amico preferito di ogni zagabrese – la montagna di Medvednica. La Medvednica veglia sulla metropoli croata, saluta per prima i suoi ospiti, d'autunno è la prima a tingersi di colori variopinti, mentre d'inverno è la prima a coprirsi di neve. Chi non è mai salito sulla Medvednica non può nemmeno immaginare cosa cela questo monte a prima vista ordinario – lì ci sono chiese, miniere, grotte, bunker, piramidi, scalinate, tombe. Dove? Bisogna soltanto conoscere la Medvednica – è tutto al suo posto. 

Medvedgrad
Alan Čaplar

La Medvednica si estende da sud-ovest verso nord-est come una lunga spina dorsale con numerose costole coperte da boschi da entrambi i versanti. Tra queste costole si trovano valli boschive nelle quali gorgogliano innumerevoli torrenti scendendo verso Zagabria dalla parte meridionale e verso lo Zagorje croato dalla parte settentrionale. È noto che la montagna è nata dal sollevamento del terreno, per cui le sue pendici, soprattutto quella rivolta verso lo Zagorje, sono piuttosto ripide, mentre ai loro piedi appaiono delle sorgenti termali, come per esempio le Terme di Stubica, a Sutinsko, vicino a Dubravica a Gornji Stenjevec e nel parco zagabrese Ribnjak.

 

La vetta più alta della Medvednica è Sljeme. È alta 1.033 metri, ma vi sono sistemati la torre della televisione e un belvedere verso lo Zagorje. Lo Sljeme è la destinazione più gettonata sulla Medvednica, per cui molti considerano i nomi Medvednica e Sljeme dei sinonimi. Che la Medvednica fu in passato la dimora degli orsi non lo testimonia soltanto il suo nome, bensì pure il rinvenimento di ossa di orso a Veternica, nella grotta sita nella parte occidentale della montagna. È interessante il fatto che i canali sotterranei della Veternica sono lunghi più di 7 chilometri, il che rende questa grotta una delle più lunghe in Croazia. Un posto particolare nel passato della Medvednica lo occupano le fortezze che nel Medioevo furono edificate sulle sue cime più alte. Alle estremità della Medvednica si trovano due borghi: il Susedgrad a ovest e Zelingrad a est, mentre nella parte centrale della montagna attira lo sguardo l’antico Medvedgrad.

Sljeme
Alan Čaplar

Grazie alla vicinanza della città, la Medvednica è una delle località preferite per le gite e l’escursionismo. Sulla Medvednica operano oggigiorno una decina di punti di ristorazione e rifugi alpini. Ciascuno di questi, come pure altre destinazioni sulla Medvednica, si possono raggiungere percorrendo sentieri marcati. Sono molto popolari i sentieri che salgono dall’ultima fermata del tram a Gračani (Dolje) attraversando il tunnel a Hunjak e Puntijarka, oppure dalla penultima fermata seguendo il sentiero di Leustek, passando Adolfovac e arrivando sullo Sljeme. Sulla Medvednica c’è ancora una settantina di sentieri che si differenziano per la lunghezza e il grado di difficoltà.

 

Avviatevi verso la Medvednica – a piedi o in automobile – ammirate Zagabria dall'alto, respirate a pieni polmoni l'aria dei boschi di Medvednica, scendete con gli sci lungo le sue piste sciistiche e godete. Se farete così, la montagna vi premierà con scenari bellissimi ed esperienze che rimangono impresse nella memoria.